Sat, Nov 23 | Zandegù

Scrivere la meraviglia (dai 18 anni in su!)

Una scatola tutta per te! Per ricaricare le batterie della tua creatività...
Qui siamo al completo, uff!
Scrivere la meraviglia (dai 18 anni in su!)

Dove e quando

Nov 23, 2019, 10:00 AM – 6:00 PM
Zandegù, Via Exilles, 18, 10146 Torino TO, Italia

Di che si tratta

Torni a casa la sera dal lavoro e sei più spremuto di un’arancia? Senti che ti hanno tolto ogni linfa vitale, manco avessi Dracula incollato alla giugulare? Ti capiamo perfettamente. Se lavori come pennivendolo, formatore, editor, art director, o se comunque fai un lavoro intellettuale, capita spessissimo di arrivare a fine giornata scarichi più di un iPhone del 2014. Scarichi e senza fantasia. La creatività va tenuta cara come il corredo delle nonne, per rendere proficuo e sostenibile, ogni giorno, il nostro lavoro.

Il multivitaminico per la tua creatività a terra

Come fare quindi? Dov’è il multivitaminico da prendere? Te lo somministriamo noi, nel nostro nuovo corso Scrivere la meraviglia – Una scatola tutta per te presso i meravigliosi spazi di Zandegù! Una giornata speciale e rigenerante da dedicare interamente al tuo processo creativo, con tanti esercizi per allenare un senso importantissimo, quello della meraviglia. Immaginala come una Spa… per la tua testa!

Come funziona?

Il laboratorio è intensivo, dura 7 ore e si terrà sabato 23 novembre 2019 dalle 10 alle 18 presso Zandegù. In pratica, che si fa? Inizierai indagando il tuo rapporto privatissimo con la creatività — come nasce, come cresce, cosa fai per mantenerla viva e attiva —, mentre noi ti daremo una valanga di stimoli testuali, visivi e materici per tenerla in forma come manco Jane Fonda in un video di aerobica.

Con gli esercizi, poi, preparati a… sporcarti le mani. Imparerai come creare una vera e propria scatola delle meraviglie (anche detta Wunderkammer o Camera delle Meraviglie: insomma, un armadietto di curiosità!) nella quale conservare una serie di risorse preziosissime alle quali attingere in futuro, quando dovrai realizzare contenuti creativi. Pasticcerai con carta e penna, ma anche con matita e cartoncino; userai forbici, colla e un pizzico di sana regressione all’infanzia (bello, no?); vergherai lettere, spedirai cartoline, traccerai mappe d’atlante e persino messaggi in bottiglia. Collezionerai creature inesistenti. Insomma, coltiverai la meraviglia: la tua.

Cosa ti porti a casa?

Per prima cosa ti porti a casa la tua scatola, una vera e propria Wonderbox: l’oggetto fisico e tutti i contenuti, analogici e non, dei quali l’avrai colmata con l’aiuto dei docenti. Inoltre, durante il corso imparerai ad allenare il cervello come qualsiasi altro muscolo impigrito (dai, che gli facciamo venire il six pack!); scoprirai di quale emisfero ti servi maggiormente e quali, tra i tuoi consumi culturali, costituiscono la base ideale da cui pescare nuova linfa per il tuo lavoro; mapperai le aree narrative di riferimento e ti cimenterai con forme brevi di scrittura-terapia e scrittura-innesco; creerai linguaggi inventati (e impossibili da decifrare per gli altri) da zero; saccheggerai l’autofiction e ritaglierai — letteralmente! — pezzi di storie nuove di zecca. Attraverso parole, collage, diorami e finestre pop-up imparerai a raccontare al meglio te stesso e il tuo lavoro, insieme a una tonnellata di contenuti instagrammabili da condividere.

Chi si iscrive a Scrivere la meraviglia?

Questo corso è pensato per chi lavora nella comunicazione, per chi ama la scrittura, per chi produce contenuti e/o ne è perdutamente innamorato; per appassionati di formazione continua e per piccoli business in cerca di un’iniezione bomba di creatività e stupore. Questo corso è un massaggio al cervello e un allenamento intensivo. Però non si suda!

L'iscrizione comprende: 

  • 7 ore di lezione frontale in aula
  • Esercitazioni pratiche in aula
  • Light lunch
  • Quaderno per gli appunti e penna
  • Cartellina del corsista con materiali e sconti offerti dai partner di Zandegù
  • Attestato di partecipazione su richiesta

[Meraviglioso testo di: Marianna Martino]

Qui siamo al completo, uff!

Condividi, se ti va!