Fumettari nati

October 7, 2015

Pare che una volta Neil Gaiman abbia detto (o scritto!): "Scrivo fumetti perché si tratta di un medium sperimentale, che mi permette di sconvolgere qualsiasi regola. Me l'ha insegnato quel genio di Alan Moore".

 

Ecco:

 


Guardando mani molto piccole cimentarsi con la "gabbia" di un fumetto tutto da inventare -- una griglia a 4 strisce, per la precisione -- e trastullarsi con adesivi, pennarelli, letteroni antropomorfi, la sensazione che si prova è piuttosto potente. Un misto di curiosità e orgoglio, senz'altro.

 

 

La varietà di interpretazioni rispetto a un obiettivo uguale per tutti (Descrivi l'incontro tra il "tuo" supereroe e il suo più acerrimo nemico... o qualcosa del genere) lascia ben sperare.

 

 

Alla luce di tanta e tale dovizia di dettagli, approcci, visioni, la celebre lettera di rifiuto con cui la Marvel rispose alla submission di Jim Lee sembra ancora meno sensata...

 

 

Roba da perderci la testa.

 

 [Pics by Riccardo Spatolisano]

 

 

Please reload

Featured Posts

Dicembre for dummies

December 30, 2016

1/10
Please reload

Recent Posts

December 30, 2016

July 2, 2016

Please reload

Archive
Please reload

Search By Tags